Blefaroplastica

Chirurgia Estetica

STEFANO BRUSCHI_BLEFAROPLASTICA_2.jpg

L’obiettivo dell’intervento di blefaroplastica è valorizzare lo sguardo, ridandogli naturalezza.

Si effettua quando la cute è in eccesso e copre la palpebra specialmente sul margine laterale, conferendo uno sguardo stanco e invecchiato.

 

L’intervento può essere effettuato sia in anestesia locale (con o senza sedazione) che in anestesia generale. Il tipo di anestesia dipende dai desideri e dalle condizioni fisiche del paziente e dal giudizio del medico. 

 

Nell’intervento di blefaroplastica superiore viene valutato e disegnato l’eccesso cutaneo da asportare. Nella regione del canto esterno (ossia l’area della palpebra prossima alla tempia), viene effettuata un’incisione che curva leggermente verso l’alto. Si rimuove la quantità di cute stabilita e, quando necessario, si asporta una quantità adeguata di tessuto adiposo in eccesso. La cute viene suturata con un filo di sutura molto sottile. 

 

Nell’intervento di blefaroplastica inferiore l’incisione viene eseguita a circa 2 mm dalla rima della palpebra inferiore. Il tessuto adiposo in eccesso viene ridistribuito nei vari compartimenti anatomici e, se necessario, si asporta l’eccesso cutaneo. La cute viene suturata con fili molto sottili. 

L’intervento viene eseguito in clinica in regime ambulatoriale o di day hospital; il paziente potrà dunque essere dimesso il giorno stesso dell’intervento o il mattino successivo.

Subito dopo l’intervento e per le prime 12 ore saranno applicate sugli occhi compresse fredde che verranno cambiate frequentemente.

Edema ed ecchimosi variano da paziente a paziente e possono essere di lieve o media intensità e scompaiono fra il quinto e il decimo giorno dall’intervento.

STEFANO BRUSCHI_BLEFAROPLASTICA.jpg

Cosa devi sapere

È un intervento doloroso?

Questo tipo di intervento non comporta dolore.

 

Dopo quanto tempo si possono riprendere le normali attività?

Il lavoro e le attività sociali saranno limitate per un periodo di 10-15 giorni dopo l’intervento, il make up dopo 5 giorni.

 

Qual è la durata del risultato?

La durata del risultato dell’intervento varia per ogni paziente. In molti casi le borse delle palpebre inferiori non ricadono nella situazione precedente all’intervento, ma, con il passare del tempo, la cute può rilassarsi e potrebbe essere necessario un ulteriore intervento in un tempo variabile tra 5 e 10 anni successivi all’intervento.

1/2

L'intervento giusto per te

Per ottenere un risultato ottimale è fondamentale l’approccio del Chirurgo con il paziente.

Per questo il Prof. Stefano Bruschi ritiene indispensabile un colloquio preliminare chiarificatore nell’interesse del paziente stesso, per comprendere meglio le sue esigenze ed informarlo sul risultato che è possibile ottenere. In questo modo è possibile scegliere le tecniche più idonee per ogni caso specifico.

Il Prof. Bruschi e il suo staff ricevono su appuntamento

a Torino nella Clinica Santa Caterina da Siena.