Liposcultura

Chirurgia Estetica

STEFANO BRUSCHI_LIPOSCULTURA_1.jpg

L’intervento di liposcultura è il trattamento principale per eliminare depositi di grasso isolati, resistenti a qualunque tipo di dieta o ginnastica. Esiste, infatti, un grasso di tipo ormonale che si localizza solamente sui fianchi, all’esterno e all’interno cosce e alle ginocchia, che, nonostante qualsiasi tipo di dieta, non scompare se non trattato meccanicamente. Con queste premesse, il risultato è solitamente spettacolare a patto, però, che l’età e lo stato della cute permettano questo trattamento.

 

La liposcultura è una metodologia che consiste nell’aspirare il grasso sottocutaneo in eccesso con l’ausilio di una piccola cannula

L’intervento può essere praticato su guance e collo, braccia, torace, addome e fianchi, cosce, polpacci e caviglie.

 

L’intervento può essere eseguito in anestesia periferica, locale assistita o generale, in funzione dell’entità dell’aspirazione. L’intervento può essere eseguito in regime di day hospital o con un ricovero che non supera generalmente le 24 ore.

Cosa devi sapere

Il grasso estratto può riformarsi?

È pressoché impossibile che il grasso possa ricomparire nelle zone trattate, poiché diventano sede di una certa “fibrosi”, cioè di una sorta di rassodamento dei tessuti che impedisce al grasso di ridepositarsi.

 

Quanto tempo occorre per riprendere l’attività lavorativa?

Dopo le piccole liposuzioni, il paziente può uscire dalla clinica a fine intervento, riposarsi fino al giorno successivo e quindi riprendere subito le sue attività a meno che non siano particolarmente pesanti. Dopo liposuzioni più estese è consigliabile trascorrere una notte in clinica.

 

È un intervento doloroso?

Le piccole aspirazioni possono essere praticate in anestesia locale; le medie in anestesia locale con sedazione; le grandi necessitano di anestesia generale o di un’anestesia peridurale, che abolisca la sensibilità dalla vita in giù.

1/2

L'intervento giusto per te

Per ottenere un risultato ottimale è fondamentale l’approccio del Chirurgo con il paziente.

Per questo il Prof. Stefano Bruschi ritiene indispensabile un colloquio preliminare chiarificatore nell’interesse del paziente stesso, per comprendere meglio le sue esigenze ed informarlo sul risultato che è possibile ottenere. In questo modo è possibile scegliere le tecniche più idonee per ogni caso specifico.

Il Prof. Bruschi e il suo staff ricevono su appuntamento

a Torino nella Clinica Santa Caterina da Siena.